La videocamera e il treppiede sono ormai un'inseparabile estensione del corpo. Videographer e documentarista, I volti della Via Francigena è il suo primo film nei cinema, realizzato durante un viaggio a piedi di mille chilometri nel cuore dell'Italia. La sua ricerca di storie da raccontare passa attraverso il desiderio di vivere in una società più semplice e a misura d'uomo in cui ciascuno possa esprimersi e comunicare con il mondo. Preciso al limite del maniacale, quando non è online lo trovi immerso nel silenzio della natura, dove trascorre il suo tempo lasciando correre liberamente i pensieri. Non ultimo, ricopre orgogliosamente il ruolo di presidente dell'Associazione inQubatore Qulturale. Due lauree, la prima in Comunicazione, la seconda in Cinema e Televisione, chiudono il cerchio. O il quadrato?